Annullati i Burton U.S. Open 2021 a causa della pandemia

Annullati i Burton U.S. Open 2021 a causa della pandemia

In data odierna, Burton Snowboards ha annunciato che, a causa delle attuali incertezze dovute alla pandemia di COVID-19, l’azienda ha assunto la difficile decisione di annullare i Campionati di snowboard Burton U.S. Open per il 2021.

“È stata una decisione difficile da prendere, perché mancano ancora molti mesi ai prossimi Burton U.S. Open e non siamo sicuri di come evolverà la pandemia”, ha spiegato John Lacy, CEO di Burton. “Dopo aver valutato diverse opzioni per l’evento del 2021, siamo giunti alla conclusione che la posta in gioco è troppo alta a causa del potenziale rischio per la salute pubblica e del rischio finanziario per Burton, che dovrebbe investire milioni in un evento che potrebbe venire annullato”.

 

La tradizione dei Campionati di snowboard Burton U.S. Open è una delle più longeve al mondo nell’ambito di questo sport; Burton è infatti l’organizzatore dei campionati sin dal 1983. Quasi tutti gli snowboarder più importanti, a un certo punto della loro carriera, hanno partecipato agli U.S. Open e il titolo è uno dei più ambiti della categoria.

 

“È una delusione per tutti. Rider, appassionati, sponsor e squadre che lavorano all’evento sono coloro che hanno il merito di aver fatto degli Open l’evento più amato dalla comunità dello snowboard da oltre 38 anni”, afferma Lacy. “Più di ogni altra cosa, è una riunione di famiglia e questa è una decisione che colpisce tutta la comunità dello snowboard. Ma, per quanto la delusione sia grande, la tutela a lungo termine della salute di questa comunità è la cosa più importante. Se perdere un anno degli Open servirà a rallentare la diffusione del COVID-19, ben venga questa decisione”.

 

In risposta alla domanda riguardo alla possibilità di tornare a celebrare gli Open, Donna Carpenter, titolare di Burton, nonché presidente del consiglio di amministrazione, ha dichiarato: “Certo che gli Open torneranno a celebrarsi. Sono il principale evento al mondo!”.

More on Sequence Magazine.

Subscribe to our newsletter

You are now subscribed to our Newsletter

Too many subscribe attempts for this email address.