Burton Mountain Mash 2019

Burton Mountain Mash 2019

Si è conclusa con successo la terza edizione del Burton Mountain Mash, evento dedicato al mondo dello snowboard a 360 gradi, presso l’Ursus Park a Madonna di Campiglio che ha visto come protagonisti rider nazionali e internazionali per la gara di Slopestyle, il Burton Girl Camp dedicato alle ragazze, il Banked Slalom per gli appassionati di snowboard, ma anche il top management Burton,alcuni dealers italiani del brand e i media, per vivere un’esperienza unica e condivisa.

Il Burton Mountain Mash 2019 è stato quindi un momento di grande aggregazione non solo a livello sportivo, ma anche a livello umano come spiega Pietro Colturi, Country Manager Burton Italia, sottolineando la parola chiave alla base dell’evento, Mash: “A livello istituzionale, rispetto agli anni precedenti l’edizione 2019 del Burton Mountain Mash ha prodotto maggiori risultati, per la forza che ha dimostrato nel creare una community di rider, fatta non solo di professionisti e di addetti ai lavori, ma anche di semplici appassionati che si avvicinano al nostro mondo per la prima volta.”

La gara di Slopestyle del Burton Mountain Mash si è svolta in tre giorni con momenti dedicati: training, gara maschile con 24 snowboarder, nazionali e internazionali, di cui 12 qualificati per la finale, vinto dal rider del Team Burton Europe, Emil Zulian cheha eseguito un frontside 900 seguito da uno switch frontside 1260 e un backside triple cork 1440, prima volta in assoluto all’Ursus Park, che ha stupito i giudici per l’altissimo livello tecnico. Per quanto riguarda la vittoria femminile, Giorgia Locatin, atleta della nazionale italiana di snowboard freestyle, si è aggiudicata il primo posto con una run di notevole portata, switch frontside 180 seguito da unfrontside 360 per concludere con un backside con una rotazione di 360 gradi.

La gara del Banked Slalom, sabato 16 febbraio, ha visto l’iscrizione di 120 partecipanti di diverse fasce di età, dai 6 ai 55 anni, in categorie sia femminili che maschili. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio sono stati Davide Boggio per la categoria Overall Uomini e Marilù Poluzzi(atleta del Burton Team Italia) per la categoria Overall Femminile. Entrambi hanno vinto un premio speciale: una tavola personalizzata, Burton Mountain Mash, costruita a mano in Vermont nella Craig’s Prototype Facility, oggi il più alto standard di prototipazione disponibile per esemplari unici.