Image Alt

ODE TO JEREMY: THE JEREMY JONES INTERVIEW

Ciao Jeremy, dove sei e cosa stai facendo ora?
Sono a casa e sto cercando di finire di lavorare prima che nevichi.

Come è nato l’intero concetto di Ode To Muir?
Ho cercato di incorporare un messaggio ambientale nei film della trilogia, Deeper, Further and Higher, ma non mi è mai sembrato di farlo nel modo corretto. Ho fatto un brainstorming su come fare un film del genere per oltre dieci anni. Lentamente ho messo insieme i pezzi ed è venuto fuori Ode To Muir.

Come hai scelto la tua compagna di avventure, Helena Hight?
Volevo portare nella natura selvaggia qualcuno che venisse da una parte diversa dello sport in modo che lo spettatore potesse vedere quanto sia potente la natura. Elena è stata campionessa di Protect Our Winters e veniva da una dura stagione agonistica, quindi ho sentito che sarebbe stata una buona idea.

E cosa mi dici del luogo che avete scelto, il John Muir Wilderness?
John Muir è stata la prima persona a introdurre il concetto che la natura sia importante per lo spirito umano e debba essere protetta. Lo ha fatto con le sue parole nel 1800. Queste parole hanno ancora oggi molto peso e danno prospettiva e saggezza alle attuali sfide odierne che la natura e gli esseri umani affrontano. Finendo per essere il filo conduttore del film.

Text: Matteo Rossato
Pictures: Ben Gavelda, Andrew Miller, Jeff Curley

“Ho cercato di incorporare un messaggio ambientale nei film della trilogia, Deeper, Further and Higher, ma non mi è mai sembrato di farlo nel modo corretto. Lentamente ho messo insieme i pezzi ed è venuto fuori Ode To Muir.”

Qual è stato il momento migliore e quale quello peggiore di questa spedizione?
Il meglio è stato vivere in mezzo alla natura per così tanto tempo. Non avevamo un vero piano che comprendesse altro oltre ad punto di partenza e uno finale. Abbiamo lasciato che la natura ci trascinasse e ci portasse in un’avventura. La parte difficile è stata andarsene. I miei viaggi nella natura continuano a diventare sempre più lunghi, ma è anche sempre più difficile andar via. La mia vita fuori dalle montagne diventa più complicata. Nella natura tutto ha un senso. La mia mente è chiara e i miei respiri più profondi.

Jeremy e la politica: parlaci del tuo impegno e di cosa si deve fare per rallentare il riscaldamento globale.
Abbiamo bisogno di un cambiamento nelle infrastrutture globali, dai combustibili fossili alle energie pulite. C’è un crescente consenso tra gli scienziati globali sul fatto che una tassa sul carbonio accelererebbe notevolmente questa transizione. Penalizzerebbe i grandi inquinatori e premierebbe la riduzione del carbonio.

“Siamo stati in grado di influenzare le ultime elezioni ispirando i giovani a manifestare e votare per i sostenitori del clima. Siamo riusciti a battere oltre 30 negazionisti del clima e riconquistare la Camera dei Rappresentanti. Questo è un passo importante che speriamo possa aiutarci nelle elezioni presidenziali del 2020.”

Potresti spiegarci brevemente il POW Action Fund?
POW AF è stato istituito per permetterci di sostenere pubblicamente coloro che hanno a cuore i cambiamenti climatici e aiutarli a farli eleggere. Fino a quest’ultima elezione, gli Stati Uniti erano gestiti da negazionisti del clima. Persone finanziate dall’industria dei combustibili fossili che lavorano duramente per rendere economica l’utilizzo di combustibili fossili e costosa l’energia pulita. Siamo stati in grado di influenzare le ultime elezioni ispirando i giovani a manifestare e votare per i sostenitori del clima. Siamo riusciti a battere oltre 30 negazionisti del clima e riconquistare la Camera dei Rappresentanti. Questo è un passo importante che speriamo possa aiutarci nelle elezioni presidenziali del 2020.

Ok, torniamo al puro snowboard: puoi raccontarci brevemente i punti salienti della linea di tavole Jones?
L’espansione della nostra linea di surf shapes. Sempre più persone continuano ad abbracciare queste nuove linee e stiamo dando loro più opzioni. Le surf shapes cambiano davvero la sensazione di uno snowboard tradizionale e possono trasformare il banale in magia attraverso nuovi concetti. Sono facili da guidare e funzionano bene in diverse condizioni.

Quali sono le principali caratteristiche eco-compatibili delle tavole Jones?
Ogni volta che troviamo del materiale più sostenibile lo usiamo nell’intera linea. Questa stagione le nostre tavole hanno abs/bordi riciclati, topsheet in lino, traverse in basalto e topsheet in eco-plastica. Ci concentriamo anche sulla durabilità, in modo da rendere le tavole resistenti per centinaia di giorni sulle montagne.

Sembra che tu stia sempre lavorando a qualcosa: ora che Ode To Muir è finito, qual è il tuo prossimo progetto o su cosa ti stai concentrando?
Molti semi sono stati piantati, pian piano deciderò quali annaffiare.

“Sempre più persone continuano ad abbracciare queste nuove linee e stiamo dando loro più opzioni. Le surf shapes cambiano davvero la sensazione di uno snowboard tradizionale e possono trasformare il banale in magia attraverso nuovi concetti. Sono facili da guidare e funzionano bene in diverse condizioni.”

Share this Feature

Partners