Image Alt

Luca Pandolfi: “Una vita ben vissuta” con Jeremy Jones

Alto, con un sorriso grande come le tavole che usava, Luca Pandolfi non era il solito shredder di Chamonix.

Luca era un originario del Piemonte, ma ha vissuto a Chamonix negli ultimi dieci anni e il suo stile di riding rispecchiava il suo background. Metteva il cuore e l’anima in ogni curva che faceva ed era un alpinista all’avanguardia, che disegnava linee mai tracciate e scendeva discese mai provate in tutto il mondo. Quando arrivava non c’erano dubbi sulla sua motivazione, amava andare veloce e fare grandi curve su tutti i terreni.

È stato un colpo al cuore perdere Luca a causa di una valanga ad Aosta, Italia, nel marzo 2021. Era uno dei rider del team Jones e diffondeva amore e passione per lo snowboard ovunque andasse. Per celebrare l’incredibile vita di Luca in montagna, siamo onorati di condividere una galleria fotografica commemorativa che evidenzia alcune delle sue più grandi avventure. Questo è Luca nel suo elemento, che prende la vita per le corna e la vive al massimo del suo potenziale.”

“Luca ha portato così tanta gioia, energia e risate al mondo nei suoi 47 anni. Così tanti amici, così tante battute – ha vissuto una delle vite più speciali a cui abbia mai assistito, e ha toccato i cuori e ululato alla luna mille volte. Non tracciava mai le linee più serie o estreme. per lui si trattava di creare delle linee che fossero belle. I suoi occhi erano sempre attratti da linee grandi, serie, ma increspate. Amava l’estetica della linea perfetta. Seguiva un evidente “sentiero di neve” che si snodava meravigliosamente lungo alcune delle montagne più complicate del mondo. Non erano solo le montagne a portare gioia a Luca. Amava una buona tazza di caffè o un bicchiere di vino goduto nel patio con gli amici. Il suo entusiasmo generale per la vita riempiva una stanza ed elevava l’energia di tutti coloro che lo circondavano. Era un vero sognatore con la dedizione e l’impegno necessari per realizzare i suoi sogni, e l’umiltà e il rispetto per le montagne che gli permettevano di rinunciare a una linea, anche spettacolare, se le cose non andavano bene”.

– Jeremy Jones

Luca ha imparato a fare snowboard all’età di 18 anni e ha subito deciso di trasferirsi in montagna e di dedicare la sua vita a questo sport. Dopo alcuni inverni a Verbier e Gressoney, si è stabilito a Chamonix.

Mettendo alla prova i suoi nervi e le sue abilità su linee micidiali sul massiccio del Monte Bianco, Luca si è affermato come un freerider sicuro e talentuoso. Jeremy Jones ha scoperto il talento di Luca attraverso un contatto con i media italiani e lo ha accolto nel team nel 2010 come uno dei primi rider europei del team Jones.

Luca amava viaggiare e ha condotto spedizioni pionieristiche di snowboard in Pakistan, Perù, Georgia e Iran. Ha anche accompagnato Jeremy Jones nella sua spedizione HIGHER del 2013 in Nepal. Camminando per sette giorni fino al campo base alla base di un ghiacciaio, Jeremy e Luca sono partiti per cavalcare una parete spinale himilayana ad alta quota.

Negli ultimi anni, Luca aveva iniziato a raidare ed insegnare snowboard. Ha aiutato aspiranti rider ad imparare tutto, dalle abilità di base del freestyle a come snowboardare in sicurezza su complessi terreni backcountry. Ogni stagione organizzava anche viaggi sulle Caucus Mountains della Georgia per piccoli gruppi di fortunati splitboarder.

“Raida in pace fratello Luca. Ci mancherà per sempre il tuo leggendario carisma in montagna e la tua passione contagiosa per l’avventura, la powder e la pizza!”

Share this Feature