Image Alt

Splitboard mission sulle Apuane: dove andare?

In un anno in cui viaggiare è a dir poco complicato, gli impianti sono chiusi e spesso non si può neanche uscire dal proprio comune, siamo riusciti a realizzare un sogno: fare splitboard sul Monte Sagro, la montagna sopra Carrara, in Toscana.

Dopo le grosse nevicate di inizio anno siamo riusciti a non farci scappare le condizioni perfette: tantissima powder di ottima qualità, come non succedeva da anni sulle Apuane, sole, e una vista pazzesca sul mare e il Golfo dei Poeti. Una giornata epica che non dimenticheremo facilmente!

La gita sul Sagro non presenta particolari difficoltà, tranne una: essere pronti ad andare non appena le condizioni sono buone. La vicinanza al mare, l’altezza ridotta, e l’esposizione a Ovest senza nessun’altra montagna davanti rendono infatti la powder un evento piuttosto raro e volatile. Le stesse  caratteristiche però rendono la discesa indimenticabile.

Per raggiungerlo basta andare a Campocecina partendo da Carrara o da Fosdinovo, parcheggiare nel piazzale panoramico dell’ Uccelliera, e seguire l’unica strada che prosegue dritta verso la montagna. Dopo 30 minuti di cammino, arrivati in fondo alla strada e ai piedi del monte, basta salire un piccolo dosso, scenderlo fino alla cava sottostante, costeggiarla andando a destra e poi salire lungo la dorsale. Ci sono alcune varianti nel possibile percorso di salita ma tutte evidenti. A seconda delle condizioni della neve si può raggiungere la vetta sci ai piedi, o eventualmente percorrere l’ultimo tratto coi ramponi. Mentre per la discesa si può sia partire dalla vetta che fermarsi prima, come abbiamo fatto noi viste le condizioni della neve non molto sicure. Anche le linee di discesa sono evidenti, e confluiscono tutte alla base della cava di marmo. In caso di nebbia si sconsiglia di avventurarsi per il rischio di incontrare uno dei salti di roccia causati dalle cave.

I 500 metri di dislivello possono sembrare pochi, ma la vista spazia lungo la costa da Livorno a La Spezia, e vale da sola la fatica di arrivare fino in cima. Se poi si trovano le condizioni giuste e la neve è polverosa la discesa diventa davvero pazzesca e unica. In quanti altri posti al mondo si può scendere in fresca a meno di 10km dal mare?

Share this Feature