Oakley crea uno Snow Park per i riders locali in Norvegia

Oakley crea uno Snow Park per i riders locali in Norvegia

Evidenziando l’impatto che un marchio può avere nell’aiutare le persone a vivere le loro ossessioni, Oakley, in collaborazione con lo scandinavo Emil Fossheim, ha costruito il ‘Vassa-Parken by Oakley’ al Vassfjellet Vinterpark, in Norvegia. Fornendo le risorse per finanziare e mantenere la struttura per la stagione 19/20.

Situato a 30 minuti di auto dal centro di Trondheim, il resort è aperto ad una popolazione di circa 220.000 persone e ha affrontato tempi turbolenti di recente. Tuttavia. Diciotto mesi fa i club locali di sci e snowboard si sono uniti e hanno riacquistato il resort per il divertimento della comunità locale.

Per aiutare a progettare, creare e costruire uno snowpark in uno dei principali resort indipendenti norvegesi, Oakley ha collaborato con lo shaper di alto profilo Emil Fossheim. Una delle figure di spicco in prima linea nell’evoluzione dello snowpark, Emil progetta e costruisce parks sin dai primi anni 2000 e lavora a stretto contatto con gli atleti per costruire salti più grandi e sicuri e che in cambio hanno portato nuovi e innovativi trick tra cui il primo triplo cork di Torstein Horgmo.

L’investimento di Oakley al Vassfjellet Vinterpark comprende la produzione di nuovi rail e due nuovi salti ‘Pro Line’ tra l’installazione di altre caratteristiche del park. Inoltre, sono state fornite risorse per l’installazione di impianti di innevamento per garantire che il park abbia neve sufficiente per costruire e mantenere le caratteristiche per tutta la stagione.

“La partnership con Vassfjellet Vinterpark è un’estensione della campagna Oakley – See It In Prizm”, dice Ben Goss, Oakley Global Brand Director. “Abbiamo visto questo park come un veicolo per aumentare le possibilità umane rimuovendo le barriere e aiutando le persone a vivere le loro ossessioni”. Così, con l’aiuto di Emil Fossheim e di altri importanti shapers nei paesi nordici, siamo stati in grado di progettare un park per il freestyle che semplicemente non esisteva prima e siamo entusiasti di dare vita a questo progetto per la comunità locale”.